Sounds-of-Silences2017-2w

La Corazzata Potemkin

Musica per il cinema 2017

potemkin3-marinaiwLA CORAZZATA POTEMKIN (1925)

Бронено́сец «Потёмкин»

regia Sergej Michajlovič Ėjzenštejn
soggetto Nina Agadžanova-Šutko – sceneggiatura Sergej Michajlovič Ėjzenštejn – fotografia Eduard Tisse – montaggio Sergej Michajlovič Ėjzenštejn, Grigorij Vasil’evič Aleksandrov – scenografia Vasili Rachals
interpreti Alexandre Antonov, Vladimir Barskij, Grigori Aleksandrov, Levchenko Repnikova, Alexandre Levshin, Andrei Fajt, Ivan Bobrov, Marusov, Michail Gomarov

durata 68 minuti
prima proiezione pubblica Mosca, 24 dicembre 1925, Bolshoi Theatre

Colonna sonora di Edison Studio
in collaborazione con Vincenzo Core

Musica e sound design Luigi Ceccarelli, Fabio Cifariello Ciardi, Alessandro Cipriani e Vincenzo Core
voci Andrey Maslenkin e Svetlana Kevral – contrabbasso Giacomo Piermatti – chitarra elettrica Vincenzo Core
extra foley Paolo Frati e Simone Frati – mixing e mastering 5.1 Edison Studio – codifica DTS Filippo Bussi, Tweedle, Attigliano
Edison Studio ringrazia Maurizio Argentieri e Giulio Latini per la collaborazione.

una produzione Edison Studio

logoSIAE nw-picc bianco03con il supporto della Società Italiana Autori ed Editori per il progetto ”SIAE – classici di oggi”

e della Fondazione Cineteca di Bologna


potemkin1-bambinow

A distanza di più di 90 anni dalla sua prima proiezione il collettivo di compositori di Edison Studio reinterpreta le immagini della Corazzata Potëmkin attraverso una colonna sonora in cui musiche, voci e suoni d’ambiente svelano le atmosfere, i sensi e i ritmi segreti del capolavoro di Ejzenštejn.

La nuova colonna sonora creata dal collettivo di compositori Edison Studio propone una vera e propria reinterpretazione del film in chiave attuale attraverso la fusione di musica, voci in lingua russa, suoni elettroacustici e d’ambiente che svelano atmosfere, simboli, sensi e ritmi nuovi alla percezione dello spettatore.

Per la costruzione del lavoro sonoro sono state studiate le teorie di Ėjzenštejn sul montaggio audiovisivo e le diverse tipologie di ritmo all’interno del film. Ne è scaturita una colonna sonora complessa, di grande densità sonora, che nella relazione con l’immagine mira a restituire la potenza dei volti, dei gesti, delle sospensioni, delle accelerazioni dei ritmi interni ed esterni, nonché della dimensione profondamente umana in cui si svolge l’azione di masse e persone. La musica e il suono si intrecciano e si contrappuntano al montaggio visivo in modi diversi nei 5 atti di cui è composto il lavoro, reinventandone in senso contemporaneo la forma audiovisiva.

Grazie all’impegno profuso dagli archivi di Russia, Germania, Gran Bretagna e Stati Uniti e al lavoro di storici del cinema e registi è stato possibile ripristinare le versioni originali del film di Ėjzenštejn che vengono presentate nel nuovo DVD della Cineteca di Bologna con una doppia traccia audio, contenente le musiche di Edison Studio e la musica originale di Edmund Meisel.

.

potemkin9-amache-w

potemkin-manifesto_w