Sounds-of-Silences2017-2w

Luigi Ceccarelli

ceccarelliLC_Vimeo_logo LC_Youtube_logoLC_Soundcloud_logo LC_Flickr_logoLC_Facebook_logoSi dedica fin dagli anni ’70 alla composizione musicale elettroacustica con particolare attenzione allo spazio sonoro. Le sue opere, hanno ottenuto premi internazionali (IMEB di Bourges, Ars Elettronica di Linz, premio “Hear” della televisione Ungherese, premio “Opus” del “Conseil de la Musique du Quebec”, International Computer Music Conference). Oltre all’ambito prettamente musicale, Luigi Ceccarelli si dedica al teatro musicale dove ha realizzato spettacoli con il Teatro delle Albe e Fanny & Alexander e ha ricevuto il Premio UBU 2002 (assegnato per la prima volta ad un musicista), il premio del Bitef Festival di Belgrado e del Mess Festival di Sarajevo. Ha lavorato come musicista con la coreografa Lucia Latour, e negli anni seguenti con la compagnia di danza norvegese Wee e con la coreografa sudafricana Robin Orlin. Ha composto varie opere radiofoniche prodotte da Rai RadioTre con testi di Stefano Benni, Valerio Magrelli ed Elias Canetti. E’ tra i soci fondatori di Edison Studio con cui ha creato le colonne sonore di vari film degli anni ’10, ricevendo il premio AITS  per il film “Inferno”. E’ titolare della cattedra di Musica Elettronica presso il Conservatorio di Musica di Latina.

MORE

Maryam

Musica per il teatro 2017

LC_MaryamW-Fedrigoli
Teatro delle Albe

Maryam

testo Luca Doninelli
musica Luigi Ceccarelli

con Ermanna Montanari

ideazione, spazio, costumi e regia Marco Martinelli e Ermanna Montanari

“….Un ruolo fondamentale, nella messa a punto di questo trascinante intarsio emotivo, ce l’ha il musicista Luigi Ceccarelli, che rielabora e in un certo senso interiorizza temi etnici, echi di motivi e strumenti medio-orientali facendone una sorta di riflesso, di prolungamento delle voce dell’attrice. Ceccarelli ha più volte svolto questo ruolo per il Teatro delle Albe, raggiungendo un’assoluta perfezione tecnica soprattutto nel recente, bellissimo “Lus”, ma qui è diverso, qui il suo rapporto è forse meno tecnico e più ricco di dense valenze poetiche….” 
Renato Palazzi – Il Sole 24 Ore, 19 febbraio 2017

L’idea di Maryam viene da lontano, precisamente dalla Basilica dell’Annunciazione di Nazareth dove mi recai tra il 2005 e il 2006. Lì assistetti allo spettacolo di una fila quasi ininterrotta di donne musulmane che entravano nella basilica per rendere omaggio alla Madonna. Conoscevo già la devozione dei musulmani per Maria,  ma quella visione mi colpì ugualmente per la sua solennità, per la certezza fiduciosa che quelle donne mi trasmettevano. Me la sono portata dentro per anni, finché, volendo scrivere un testo teatrale su Maria, mi è balzata alla memoria – Luca Doninelli

.
regia del suono Marco Olivieri
disegno luci Francesco Catacchio
direzione tecnica Luca Fagioli
assistente spazio e costumi Roberto Magnani
consulenza e traduzione in arabo Tahar Lamri
in video Khadija Assoulaimani
in audio Marzuk Mejri voce e percussioni

realizzazione video Alessandro Renda
produzione Teatro delle Albe/Ravenna Teatro
in collaborazione con Teatro de gli Incamminati/deSidera
consulenza musicale Yiad Hafez

foto di Enrico Fedrigoli

rappresentazioni

27, 28, 29 gennaio 2017, Napoli, Sala Assoli - (anteprima)
4 febbraio 2017, Bari, Teatro Kismet- (anteprima)

8, 9, 10,11, 12 febbraio 2017, Milano, Teatro Elfo Puccini – (prima nazionale)
17, 18 febbraio 2017, Parma, Teatro Due
7, 8 marzo 2017, Brescia, Teatro Sociale
1
4 febbraio 2018, Venezia, Teatro Ca’ Foscari
16 febbraio 2018, Verona, Teatro Camploy
13, 14 aprile 2018, Bergamo, Teatro Sociale
18, 19 aprile, Bologna, Arena del Sole