Sounds-of-Silences5w3

PNGtrasp50x800PNGtrasp50x800Sounds-of-Silences5

Concorso di Composizione musicale per le immagini
.
Sos-4-marchi5nwSIAE+REF

Il 12 novembre 2016, presso la Casa del Jazz di Roma, nell’ambito del Romaeuropa Festival 2016 si è conclusa la prima edizione di “Sounds of Silences” il concorso internazionale di composizione musicale per le immagini bandito da Edison Studio con il supporto della Società Italiana degli Autori e Editori per il progetto SIAE – Classici di Oggi e con la collaborazione della Cineteca di Bologna e della  Fondazione Romaeuropa.
Il concorso ha visto la partecipazione di 193 compositori o gruppi di compositori under 35, provenienti dall’Italia e da altri 25 paesi. Tre le fasi in cui si è articolata la competizione.
Nella prima fase la colonna sonora di una opera audiovisiva inviata da ciascun concorrente è stata valutata da una giuria presieduta da Giulio Latini e composta dai compositori Francesco Antonioni, Fabrizio De Rossi Re, Elio Martusciello, Filippo Paolini (Økapi) e Walter Prati. I compositori ammessi alle fasi successive del concorso sono stati Lorenzo Pezzella, il duo Sauro Mori-Daniele Quaglia e Vincenzo Core.
Nella seconda fase del concorso, che si è svolta tra il 20 giugno e il 15 ottobre, ciascuno dei tre concorrenti selezionati è stato invitato a realizzare una colonna sonora originale per un cortometraggio scelto fra quelli messi a disposizione della Cineteca di Bologna.
Il 12 novembre una seconda giuria presieduta da Andrea Ravagnan (Cineteca di Bologna) e composta da Matteo Antonaci (Fondazione RomaEuropa), Giulio Latini (Università di Tor Vergata) e dai compositori Claudio Ambrosini e Ivo Nilsson ha deciso di assegnare all’unanimità il primo premio, del valore di 3000 euro, a Vincenzo Core per le musiche del film di Buster Keaton, “One Week” (1920) “[...] per aver saputo realizzare con sensibilità, fantasia e coraggio una composizione capace di valorizzare il film di Buster Keaton, senza seguire le modalità più consuete legate al cinema comico muto americano. Elaborando mirate relazioni orizzontali e verticali con la drammaturgia visiva, utilizzando sapientemente pausazioni e silenzi, arriva a ricontestualizzare la visione di un grande classico agli occhi dello spettatore contemporaneo. Inoltre, il lavoro di Vincenzo Core ci appare coerente, per l’uso intelligente dei silenzi, al titolo stesso del concorso”. Il terzo premio di 1000 euro è stato assegnato al lavoro di Lorenzo Pezzella sulle immagini di “Une excursion sur Jupiter” di Segundo de Chomòn (1909) “[...] per aver costruito una efficace partitura musicale che trova frequenti momenti di incontro (ma anche di autonomia) con il ritmo frenetico delle immagini, dimostrando di padroneggiare il linguaggio della composizione elettronica contemporanea”. La giuria ha inoltre deciso all’unanimità di non assegnare il secondo premio. Nel ringraziare tutti i partecipanti, le giurie, SIAE, la Cineteca di Bologna, e la Fondazione RomaEuropa, Edison Studio dà appuntamento al 2017 per la seconda edizione del Concorso “Sounds of Silences”.

Per informazioni: soundsofsilences@edisonstudio.it

Leggi il regolamento