Sounds-of-Silences2017-2w

Luigi Ceccarelli

ceccarelliLC_Vimeo_logo LC_Youtube_logoLC_Soundcloud_logo LC_Flickr_logoLC_Facebook_logoSi dedica fin dagli anni ’70 alla composizione musicale elettroacustica con particolare attenzione allo spazio sonoro. Le sue opere, hanno ottenuto premi internazionali (IMEB di Bourges, Ars Elettronica di Linz, premio “Hear” della televisione Ungherese, premio “Opus” del “Conseil de la Musique du Quebec”, International Computer Music Conference). Oltre all’ambito prettamente musicale, Luigi Ceccarelli si dedica al teatro musicale dove ha realizzato spettacoli con il Teatro delle Albe e Fanny & Alexander e ha ricevuto il Premio UBU 2002 (assegnato per la prima volta ad un musicista), il premio del Bitef Festival di Belgrado e del Mess Festival di Sarajevo. Ha lavorato come musicista con la coreografa Lucia Latour, e negli anni seguenti con la compagnia di danza norvegese Wee e con la coreografa sudafricana Robin Orlin. Ha composto varie opere radiofoniche prodotte da Rai RadioTre con testi di Stefano Benni, Valerio Magrelli ed Elias Canetti. E’ tra i soci fondatori di Edison Studio con cui ha creato le colonne sonore di vari film degli anni ’10, ricevendo il premio AITS  per il film “Inferno”. E’ titolare della cattedra di Musica Elettronica presso il Conservatorio di Musica di Latina.

MORE

Sundance Festival – The Girl from Nagasaki

LC_TGFN22w.
21 – 24 Gennaio 2014 Park City (Utah, USA)
SUNDANCE FILM FESTIVAL 2014 - New Frontier Films
21 Gen 2014, ore 14:30 – Library Center Theatre, Park City
22 Gen 2014, ore 21:45 – Broadway Centre Cinema 3, Salt Lake City
23 Gen 2014, ore 19:00 – Holiday Village Cinema 4, Park City
24 Gen 2014, ore 18:00 – Holiday Village Cinema 2, Park City
.
THE GIRL FROM NAGASAKI
un film di Michel Comte
musica Alessandro Cipriani e Luigi Ceccarelli
sound design Maurizio Argentieri
interpreti principali  Mariko WordellEdoardo Ponti, Christopher LeeMichael Wincott, Michael NyqvistPolina SemionovaAyako Yoshida
.
L’affascinante film di debutto come regista di Michel Comte interpreta questa moderna storia d’amore come uno spettacolo epico di amore e perdita, e attraverso una costruzione formale straordinaria. Basato sull’opera Pucciniana “Madama Butterfly”, il film introduce una figura di Cho Cho San diversa, una bambina sopravvissuta al bombardamento di Nagasaki alla fine della Seconda Guerra Mondiale che si innamora di un’astronauta. Comte sposta continuamente il modello di rappresentazione, dal balletto , alla video arte, all’opera, presentando la storia della vita di Cho cho san attraverso numerose finestre che intrecciano narrazione e performance espandendo l’idea di cinema nella direzione che Comte stesso definisce “trans-opera” »