Musica per il cinema, Opere audiovisive 2017

Sounds of Silences6 trasp Picc

  Concorso di Composizione musicale per le immagini

Sos-4-marchi4nwSIAE_2017w

Il collettivo Edison Studio, con il supporto della Società Italiana degli Autori e Editori per il progetto SIAE – Classici di Oggi e con la collaborazione della Cineteca di Bologna e del Romaeuropa Festival 2017, annuncia i risultati del concorso Sounds of Silences 2017 – Concorso Internazionale di Composizione Musicale per le Immagini in Movimento.

Nella prima fase di selzione i lavori di 128 candidati provenienti da 32 paesi sono stai valutati da una  prima giuria internazionale composta da Simon Atkinson (compositore e docente alla Media School, DMU University Leicester, U.K.); Bret Battey (compositore, artista visuale e lettore alla Media School, DMU University Leicester, U.K.); Andrew Bentley (compositore e docente di Tecnologie Musicali all’Accademia Sibelius, Helsinki); Anders Mattias Bye (compositore, pianista e autore di colonne sonore per film muti); Giulio Latini (Docente di Comunicazione Multimediale presso l’Università di Tor Vergata – Roma); Kent Olofsson (compositore e docente presso l’Inter Arts Center – Lund University, Svezia); Paolo Pachini (compositore, video-artista e docente di composizione audiovisiva presso il Conservatorio di Musica – Trieste); Barry Truax (compositore e docente presso la Simon Fraser University Vancouver, Canada).

sofs17-5-finalisti-w

Cinque i partecipanti ammessi alla fase finale del concorso:

Xavier Madore  (Canada)
Gabriele Paolozzi  (Italia)
Ludovico Failla  (Italia)
Myriam Boucher
  (Canada)
Fabrizio Giraudo  (Italia)

A loro è stato chiesto  di  creare una colonna sonora originale per cinque film muti di medio metraggio di Buster Keaton scelti da Edison Studio in collaborazione con la Cineteca di Bologna.

Sabato 28 ottobre, nell’ambito del RomaEuropa Festival 2017 al Macro di Testaccio – La Pelanda, una seconda giuria internazionale composta da Giulio Latini (presidente, docente di Comunicazione Multimediale all’ Università “Tor Vergata” di Roma), Stefania Lo Giudice (Fondazione Romaeuropa Arte e Cultura); Alvin Curran (compositore); Andrea Ravagnan (Cineteca di Bologna); Andrew Bentley (compositore, Sibelius Academy, Helsinky) ha assegnato i seguenti premi

Primo premio di 3000 euro a Fabrizio Giraudo  (Italia)
per le musiche di “High Sign” (B.Keaton, 1920)
“Per aver saputo elaborare una relazione tra suono e immagini matura ed efficace sul piano espressivo, all’insegna di un profondo equilibrio tra canone e sperimentazione”

Secondo premio di 2000 euro a Ludovico Failla  (Italia)
per le musiche di “The Goat” (B. Keaton, 1921)
“Per aver saputo rispecchiare l’immagine con un uso altrettanto ironico della sperimentazione sonora”

Terzo premio di 1000 euro a Myriam Boucher  (Canada)
per le musiche di “The Paleface” (B. Keaton, 1921)
“Per la puntualità con cui il sound design entra in relazione con l’arcata visiva”
Apprezzato dalla giuria anche l’ottimo livello delle musiche per “Cops” (B.Keaton, 1922) e “Neighbors” (B.Keaton, 1920) scritte rispettivamente da Xavier Madore  e da Gabriele Paolozzi.

Negli intenti degli organizzatori Sounds of Silences vuole contribuire a ridefinire il senso,  l’estetica e la struttura nel cinema che precede l’avvento del sonoro non semplicemente “accompagnando” le immagini, ma rivelando contenuti nascosti e originali, per dare una voce nuova a quanto altrimenti silenzioso.

Per informazioni: soundsofsilences@edisonstudio.it

Ufficio Stampa Edison Studio:  Fabio Cifariello Ciardi 349 5502571

regolamento  2017 

sofs17-3-vincitori-w