Luigi Ceccarelli

ceccarelliLC_Vimeo_logo LC_Youtube_logoLC_Soundcloud_logo LC_Flickr_logoLC_Facebook_logoSi dedica fin dagli anni ’70 alla composizione musicale elettroacustica con particolare attenzione allo spazio sonoro. Le sue opere, hanno ottenuto premi internazionali (IMEB di Bourges, Ars Elettronica di Linz, premio “Hear” della televisione Ungherese, premio “Opus” del “Conseil de la Musique du Quebec”, International Computer Music Conference). Oltre all’ambito prettamente musicale, Luigi Ceccarelli si dedica al teatro musicale dove ha realizzato spettacoli con il Teatro delle Albe e Fanny & Alexander e ha ricevuto il Premio UBU 2002 (assegnato per la prima volta ad un musicista), il premio del Bitef Festival di Belgrado e del Mess Festival di Sarajevo. Ha lavorato come musicista con la coreografa Lucia Latour, e negli anni seguenti con la compagnia di danza norvegese Wee e con la coreografa sudafricana Robin Orlin. Ha composto varie opere radiofoniche prodotte da Rai RadioTre con testi di Stefano Benni, Valerio Magrelli ed Elias Canetti. E’ tra i soci fondatori di Edison Studio con cui ha creato le colonne sonore di vari film degli anni ’10, ricevendo il premio AITS  per il film “Inferno”. E’ titolare della cattedra di Musica Elettronica presso il Conservatorio di Musica di Latina.

MORE

Icarus

Musica elettroacustica 1987

per nastro magnetico
durata 14′
Commissione: Concerti del LIM – La Recoleta – Buenos Aires – Argentina
1ª esecuzione: Buenos Aires, Centro Cultural La Recoleta – LIPM 12/09/87

Esecuzioni:
12 Set 87 – Buenos Aires, Centro Cultural La Recoleta – LIPM
18 – 21 Mag 89 – Narni, Scenari dell’Immateriale
28 Ott 89 – Cagliari, Colloquio di Informatica Musicale
09 Giu 91 – Bourges, Festival Internationale de Musique Experimentale”Synthese.91″
09 Feb 92 – Oslo, Norvegia, Museet for samtidskunst, Aktuell Computermusik.

Con il passare degli anni sento sempre di più che il compito di chi scrive musica è semplicemente quello di tramite tra il suono e l’ascoltatore.

Icarus è la rielaborazione di “Titanic & Icarus s.p.a.” per un percussionista e quattro eccitatori di vibrazione.
I generatori di suono sono tre piatti sospesi e due tam-tam che vengono messi in vibrazione per mezzo di eccitatori elettromeccanici ideati da Luigi Ceccarelli.
Con questo sistema gli strumenti a percussione acquistano caratteristiche inusitate, molto diverse dai suoni che normalmente tali strumenti producono. Si tratta di suoni con uno spettro molto puro e senza attacco, con possibilità di ottenere note di diversa altezza per ciascuno strumento.
All’interno di questa macchina autosufficiente l’azione del percussionista non è volta a generare ulteriori suoni, ma a variare quelli già presenti appoggiando sopra il corpo vibrante bacchette di vario tipo, che servono a dare una caratteristica timbrica diversa a seconda del tipo di materiale che le costituisce.
In questa versione, a differenza di quella eseguita dal vivo, i suoni generati dagli strumenti acustici sono rielaborati elettronicamente da processori digitali di segnale.Nella realizzazione di “Icarus”, questa idea conduce il compositore sempre di più all’interno della struttura del suono. Dal suono è quindi ricavata anche la struttura di organizzazione temporale dell’intera composizione.
La parte iniziale e la parte finale del pezzo sono costituite da un andamento molto graduale (un lungo crescendo per l’inizio e un lungo decrescendo per la fine). Esse sono considerate come elementi di transizione dal mondo esterno all’interno del suono e viceversa.
Icarus è stato realizzato tra la primavera e l’autunno del 1987.